Come si legge una Visura Catastale



Dati contenuti nella visura


  • Tipologia di visura
  • Viene indicata la tipologia di visura catastale richiesta:

    La visura per immobile è una visura catastale su una singola unità immobiliare, che può essere attuale (mostrante lo stato attuale dell'unità immobiliare), oppure storica (viene riportata la cronistoria dell'unità immobiliare).

    La visura per soggetto fornisce i dati degli immobili intestati a un soggetto, può essere fatta in ambito comunale o provinciale, come anche in ambito nazionale ma verranno emesse più Visure Catastali a base provinciale.

  • Dati della richiesta
  • In tale campo si individua il nominativo ricercato, riportando l'indicazione dell'estensione della ricerca (Catasto Terreni o Catasto Urbano) e la provincia di riferimento.

  • Soggetto individuato
  • Riporta l'anagrafica ()registrata presso l'Agenzia delle Entrate) completa del soggetto individuato.

  • Indicazione unità immobiliari
  • Viene indicato il Comune in cui si trovano le unità immobiliari ed il relativo codice catastale di riferimento.

  • Dati identificativi
  • Sono i dati che permettono di individuare con certezza le unità immobiliari in carico al soggetto:

    • Sezione urbana: non sempre presente, individua una zona del territorio comunale. E' necessaria per identificare l'unità immobiliare.
    • Foglio: è una porzione del territorio del Comune.
    • Particella: all'interno di un foglio permette di individuare un determinato fabbricato. La particella prende anche il nome di mappale.
    • Sub (subalterno): Individua l'unità immobiliare all'interno del fabbricato.

  • Dati classamento
  • E' l'insieme dei dati che permette di ottenere la relativa rendita dell'unità immobiliare:

    • Categoria: Individua la tipologia a cui appartiene l'unità immobiliare (A, B, C, D, E, F).
    • Classe: Identifica il grado di produttività riferito alla categoria dell'unità immobiliare. In alcuni casi può essere unica e viene indicata con U. L'indicatore numerico utilizzato per tale parametro cresce in funzione della redditività.
    • Consistenza: individua la dimensione dell'unità immobiliare e viene indicata a seconda della categoria di appartenenza. Nel caso in cui si tratti di categoria A, viene espressa sia in vani che in metri quadrati. La categoria B si indica con i metri cubi mentre per le categorie C si utilizzano i metri quadrati. Per le categorie D ed E non si indica la consistenza. Superficie catastale: Tale dato indica la superficie dell'unità immobiliare calcolata attraverso i criteri indicati nel DPR 138/98. Non risulta essere presente per le unità accampionate o variate prima dell'entrata in vigore di tale DPR.
    • Micro zona: dovrebbe comprendere le aree del territorio comunale aventi caratteri di omogeneità dal punto di vista storico, economico, ecc.
    • Rendita: tale valore è dato, per le categorie A, B, C dal prodotto tra il valore della relativa categoria e classe, specifiche per tale comune, e la consistenza immobiliare.
    • Zona Censuria: raccoglie una porzione di territorio comunale caratterizzato dalla uniforme redditività dei fabbricati. Il quadro tariffario, relativo a tali zone, è consultabile presso gli uffici del Catasto.

  • Altre informazioni
  • Vengono inoltre indicate informazioni aggiuntive relative all'unità immobiliare. Queste informazioni possono non essere presenti per le unità accampionate prima dell'entrata in vigore del DPR 138/98:

    • Indirizzo - Dati derivanti da: qui vengono riportati l'indirizzo dell'immobile con l'individuazione del piano ed eventualmente dell'interno e il numero del protocollo dell'ultimo accatastamento effettuato.
    • Annotazioni: eventuali annotazioni da parte dell'ufficio dell'Agenzia delle Entrate.

  • Totale
  • Viene riportata la sintesi del numero dei vani, della consistenza e della rendita totale delle unità immobiliari inerenti ad ogni gruppo di unità immobiliari.

  • Intestazione
  • Vengono indicate tutte le persone fisiche e giuridiche che godono dei diritti sugli immobili rilevati:

    • Dati anagrafici: indicazione dei dati del soggetto con eventuale luogo o data di nascita se si tratta di persona fisica o della sede se si tratta di persona giuridica (es.: Associazione Impresa, ecc.).
    • Codice fiscale: questo dato potrebbe non essere sempre presente.
    • Diritti o oneri reali: viene indicata la quota di proprietà a carico del soggetto. Nel caso di persona fisica è possibile reperire il regime patrimoniale vigente per i beni posseduti.
    • Dati derivati da: sono riportate le informazioni dell'ultima variazione catastale presentata per la modifica di intestazione (nel caso di compravendita, ad esempio, viene indicato il nome del rogante, il numero di repertorio, ecc.).

Come si legge una Visura Catastale.

Dati contenuti nella visura